Salmerino alpino eviscerato

/Salmerino alpino eviscerato
Salmerino alpino eviscerato 2018-04-05T16:06:41+00:00

Project Description

Linea fresca bontà

I prodotti della linea Gusto 100% Naturale sono tutti senza conservati e senza additivi aggiunti.

Friend of the Sea

certificazione di prodotti della pesca e dell’acquacoltura sostenibile

Descrizione

Il Salmerino è un pesce delicato, genuino e dalle carni prelibate, allevato solo nelle acque pure e fredde delle montagne del Trentino che comporta uno sviluppo ed una crescita lenta dei salmerini, con caratteristiche di salubrità e genuinità che le contraddistingue in modo netto dai salmerini di pianura. La lenta crescita permette infatti alla trota di diventare più soda e più snella consentendo uno sviluppo armonioso con pochissimi grassi e con elevati tenori di Omega 3.
Un ruolo di primaria importanza riviste l’alimentazione dei salmerini: vengono pertanto utilizzati solo mangimi formulati sulla base di uno specifico capitolato, elaborato in collaborazione con la Fondazione E-Mach, al quale le ditte mangimistiche devono attenersi rigorosamente.

Origine pesce

Allevato in Trentino.Il salmerino Astro proviene da allevamenti trentini associati, registrati presso il Servizio Veterinario di Trento e sotto il controllo dello stesso e del Centro Assistenza tecnica della Fondazione Mach di San Michele all’Adige (TN) con tipologia delle vasche in cemento “RACE WAYS” con acque correnti fresche ed ossigenate, tipiche dell’ambiente montano.

Processo produttivo

I salmerini vengono selezionati e successivamente eviscerati a macchina. I salmerini vengono sottoposte manualmente a ulteriore pulizia e selezione per verificare l’idoneità del prodotto.
Dopo una breve permanenza nella cella del semilavorato, viene confezionato.

Specifiche

Temperatura di conservazione: Da 0° a +4°C.
Modalità d’uso: da consumarsi previa cottura.

Astro consiglia

Salmerino con uvetta e pinoli
Ingredienti per 5 persone: 800 g di filetti di salmerino, 80 g di uvetta sultanina ammollata in acqua calda, 30 g di pinoli, 60 g di pangrattato da mollica fresca, scorza grattugiata ed il succo di un limone NT, olio e.v.o. del Garda, brodo vegetale e sale e pepe.
Pulire i filetti da pelle e spine, disporli in una pirofila leggermente unta d’olio e salata. A parte in padella
rosolare il pangrattato in un cucchiaio d’olio per poi mescolarlo in una terrina con l’uvetta leggermente
strizzata dall’ammollo.
Tostare ed unire anche i pinoli e la scorza grattugiata del limone. Mescolare con cura.
Irrorare i filetti con una citronette ottenuta emulsionando olio e.v.o. e succo di limone, salare, pepare e coprire con il composto di pangrattato.
Infornare a 180° e cuocere per 20’, durante la cottura inumidire intorno ai filetti, con il brodo caldo.
Vino consigliato: DOLOMITI IGT CUVée BIANCO MASO TORESELLA